Marco Bagatin

 

 BIOGRAFIA 

Marco Bagatin nato a San Bellino in provincia di Rovigo nel 1965.

Nel 1979 si trasferisce con la famiglia a Vigarano Mainarda in provincia di Ferrara, dove attualmente vive e lavora.

Nel 1981 all’età di 15 anni, inizia il suo percorso lavorativo come “ragazzo di bottega” in un’ impresa artigiana di pitture e decorazioni.

Nel gennaio 1989 diventa artigiano professionista.

Negli anni frequenta corsi per migliorare le tecniche di applicazione dei vari materiali.

Istituto professionale Decoratori di Bologna, Accademia Fel e Accademia Liso di Milano sono le principali. 

Nel 2018 viene nominato Maestro artigiano presso l’Accademia Maestri artigiani di Ferrara.

Nel corso degli anni scopre una vera e propria passione per l’uso dell’impasto di calce e polvere di marmo che lo spinge nel 2020 ad esprimersi a livello artistico, realizzando quadri in arte concettuale utilizzando oltre all’impasto di calce e polvere di marmo anche l’inchiostro

Sta partecipando a vari concorsi nazionali ed internazionali

 

                       Curriculum:

Novembre 2021 esposizione presso Villa Giusti Suman del giardino  Zugliano  (Vicenza) Italia

Novembre 2021 premio internazionale Michelangelo Buonarroti (Diploma d’onore con menzione d’encomio) LUCCA (Italia)

Novembre2021 esposizione presso Arte Padova

Ottobre 2021 esposizione presso Venice Art Gallery (Venezia) Italia

Settembre2021 esposizione presso palazzo Toaldi Capra Schio(Vicenza)Italia

Luglio 2021 esposizione presso complesso Palladiano di villa Caldogno-bunker(Vicenza)Italia

 luglio 2021 esposizione presso galleria d’arte DEM Mestre (Venezia)

 giugno 2021 esposizione presso galleria Art Time di Udine 

 Maggio 2021 esposizione presso villa cavarzerani Gaiarine (Treviso)

Premio speciale Mellow Art Award su oltre 13000 candidature da tutto il mondo

Ottobre 2020 esposizione di un mio quadro in forma digitale EMIRATES ART CONNECTION  a DUBAI 

 Accesso alle fasi finali premio internazionale  Raffaello Sanzio Roma settembre 2020

  Settembre 2020 video esposizione presso Palazzo Ximènes- Panciatichi premio internazionale Leonardo da Vinci a Firenze

Ottobre 2020 inserimento di alcune mie opere, e ritiro premio per meriti artistici presso archivio storico del centro accademico Maison d’art Padova   

 Ottobre 2020 pubblicazione su  “ART now ” periodico d’arte:                                           

 

 

Volevo spiegare il materiale che uso e la sua storia: 

 

Con il termine “stucco” si intendeva ancora l’impasto “classico”, a base prevalentemente di calce e polvere di marmo o travertino, utilizzato sia per realizzare «incrostazioni» a similitudine del marmo sia per modellare le varie componenti architettoniche (cornici, paraste, capitelli, mensole, cassettoni per soffitti ed altro).

Sarà fra il Seicento ed il Settecento, nel periodo barocco e rococò, che si affermerà, in Europa e in Italia, l’uso dello stucco a base prevalentemente di gesso come materiale fondamentale per la realizzazione di complesse decorazioni plastiche. E’ proprio in quel periodo che la tecnica dello stucco sembra trovare, per mano di vere e proprie dinastie di artisti‑stuccatori, le variazioni tecniche più interessanti. Questi insuperati Mastri, attivi soprattutto nell’Italia del nord, tramandarono tra loro alcuni “segreti” e numerosi accorgimenti tecnici, di cui rimane solo qualche debole riferimento nei manuali dell’epoca. Le origini dello stucco risalgono a più di cinquemila anni fa. … Ritroviamo testimonianze di stucco antico anche nella popolazione dei Cretesi (3000 a.C). Si tratta di uno stucco composto da carbonati di calcio e di magnesio impastati con calce spenta con il quale si realizzavano rilievi dipinti poi con vivaci colori.

 

 

 

 

 

BIOGRAPHY

Marco Bagatin born in San Bellino in the province of Rovigo in 1965.

In 1979 he moved with his family to Vigarano Mainarda in the province of Ferrara, where he currently lives and works.

In 1981, at the age of 15, he began his career as a “shop boy” in an artisan company of paintings and decorations.

In January 1989 he became a professional craftsman.

Over the years he attended courses to improve the application techniques of various materials.

Professional Institute of Decorators of Bologna, Accademia Fel and Accademia Liso in Milan are the main ones.

In 2018 he was appointed Master Craftsman at the Academy of Master Craftsmen of Ferrara.

Over the years he discovers a real passion for the use of the mixture of lime and marble dust that pushes him in 2020 to express himself on an artistic level, creating paintings in conceptual art using in addition to the mixture of lime and marble dust even the ink

He is participating in various national and international competitions

 

 

Curriculum :

November 2021 exhibition at Villa Giusti Suman in the Zugliano garden (Vicenza) Italy

November 2021 Michelangelo Buonarroti international prize (Diploma of honor with mention of commendation) LUCCA (Italy)

November 2021 exhibition at Arte Padova

 

 

October 2021 exhibition at Venice Art Gallery (Venice) Italy

                                                                   September 2021 exhibition at Palazzo Toaldi Capra Schio (Vicenza) Italy

 

                  July 2021 exhibition at the Palladian complex of villa Caldogno-bunker (Vicenza) Italy                                                                  

  July 2021 exhibition at DEM Mestre art gallery (Venice)

 2021 exhibition at the Art Time gallery in Udine (Italy)

 May 2021 exhibition at villa cavarzerani Gaiarine (Treviso)Italy

October 2020 exhibition of one of my paintings in digital form EMIRATES ART CONNECTION in DUBAI

Access to the Raffaello Sanzio prize finals Rome September 2020

 September 2020 video exhibition at Palazzo Ximènes- Panciatichi in Florence

October 2020 inclusion of some of my works, and collection of the award for artistic merit in the historical archive of the academic center Maison d’art Padova

1st place Pablo Picasso prize at Maison d’art Padova October 2020

 

 

 

I wanted to explain the material I use and history                       

The term “stucco” still meant the “classic” mixture, mainly based on lime and marble or travertine powder, used both to create “incrustations” similar to marble and to model the various architectural components (cornices, pilasters , capitals, shelves, chests of drawers for ceilings and more).

It will be between the seventeenth and eighteenth centuries, in the Baroque and Rococo period, that the use of stucco based mainly on gypsum as a fundamental material for the creation of complex plastic decorations will be established in Europe and Italy. It is precisely in that period that the stucco technique seems to find the most interesting technical variations at the hands of real dynasties of artists-stucco workers. These unsurpassed Masters, mainly active in northern Italy, handed down among them some “secrets” and numerous technical devices, of which only a few weak references remain in the manuals of the time.The origins of the stucco date back to more than five thousand years ago. … We find evidence of ancient stucco also in the Cretan population (3000 BC). It is a stucco composed of calcium and magnesium carbonates mixed with slaked lime with which reliefs were then painted with bright colors.

 

 

 

 

 

 

Contattami